Seconda produzione cinematografica di Sardegna Abbandonata, Badde Suelzu è un documentario a puntate sulla progressiva scomparsa del piccolo villaggio sardo dal cui nome prende il titolo.

Paesello di soli sette abitanti, Badde Suelzu è rimasto ai margini di qualsiasi progetto di urbanizzazione o speculazione edilizia: se da un lato ciò è un bene (un angolo di mondo graziato  dall’industrializzazione), dall’altro questa condizione ne sancisce la lenta ed inevitabile fine; i pochi abitanti sono anziani e senza eredi diretti.

Ogni puntata è dedicata ad un singolo membro di questa microscopica comunità.

Ancora una volta, Martino Pinna disattende le aspettative dello spettatore: è riuscito a rendere la solitudine di queste realtà, umane e geografiche, senza cadute angoscianti.
Altro merito, evidenzia la tenerezza di queste solitudini, che non sono né tragiche, né apocalittiche. Semplicemente umane.

Anche in questo caso, la retorica demagogica è messa alla porta. Come lo stesso Pinna mi ha detto, il documentario è stato quasi un pretesto per entrare in contatto con questa oramai singolare condizione umana: l’autore e e il suo collaboratore Alessandro Violi  sono diventati amici di queste persone, avvicinandole con delicatezza e rispetto.

Sebbene meno “lisergico” rispetto ad Adiosu, Badde Suelzu ha ancora in sé i sigilli originali delle produzioni a firma Sardegna Abbandonata: non mancano, in alcuni momenti, gli indugi onirici tipici del suo universo creativo.

Una boccata d’aria fresca, in un panorama generale di produzioni artistiche reso asfissiante da una strutturale medietà: di intenti, di contenuti, di impiego delle tecniche espressive.

Martino Pinna rinnova quindi il proprio impegno ad una coraggiosa sperimentazione dei linguaggi audiovisivi, dalle conseguenze impreviste, ma finora di grande interesse.

Pablo De Leo, Settembre 2017

 

Badde Suelzu

Di Martino Pinna.

Riprese: Alessandro Violi.
Montaggio: Martino Pinna, Alessandro Violi.
Hanno collaborato: Daniele Bertulu, Massimiliano Chessa, Gabriele Pinna, Simone Righini.


Link alle puntate
:
https://www.sardegnaabbandonata.it/badde-suelzu/

 

Parlano di Badde Suelzu:

Gallery

 

Lascia un Commento